La scuola Segantini ha salutato lunedì 28 maggio il gruppo di una decina di bambini bielorussi ospiti nel mese di maggio nella Scuola primaria "G.Segantini". Accompagnati dalla maestra e dall’interprete, i bambini hanno potuto frequentare le lezioni in lingua madre nell’aula messa a disposizione, abbinando così una salutare vacanza in Trentino con la necessità di non interrompere i propri studi. Dai tragici eventi di Chernobyl del lontano 1986 era partita la gara di solidarietà ed ospitalità che ogni anno porta in Italia centinaia di bambini. I bambini hanno preparato per noi canti, scenette e balletti alternando l’uso della lingua russa a quella italiana. Gli alunni e gli insegnanti della scuola Segantini hanno raccolto per loro materiali di cancelleria da utilizzare nella scuola di origine. La festa finale si è chiusa con un arrivederci al prossimo anno, sperando che i bambini grandi che ora non potranno più venire in Italia siano sostituiti da altri.